Progetto Cassina-Sant'Agata
Abbiamo un futuro in comune
9 Novembre 2012 - Giornata della Liberta'
Ricorrenze civili, fatti storici e rivisitazioni in scioltezza
La ricorrenza dell'abbattimento del Muro di Berlino, un momento fondamentale della storia d'Europa e del mondo, viene ricordata dall'Amministrazione D'Amico con un film che non centra nulla, non solo ma nella comunicazione viene confusa la Giornata della Liberta' con la Giornata della Memoria. Se anziche' fare le cose a caso, il programma culturale venisse discusso dalla Commissione Biblioteca si eviterebbero errori grossolani di questo tipo.

Il parlamento italiano, con la legge n. 61 del 15 aprile 2005, ha dichiarato il 9 novembre "Giorno della libertà", quale ricorrenza dell'abbattimento del Muro di Berlino, evento simbolo per la liberazione di Paesi oppressi e auspicio di democrazia per le popolazioni tuttora soggette al totalitarismo. Il 9 novembre del 1989 vide i cittadini di Berlino Est salire sul muro che separa la città passando di fronte alla porta di Brandeburgo. Il Muro di Berlino è considerato il simbolo della Cortina di Ferro, linea di confine europea tra la zona d'influenza statunitense e quella sovietica durante la guerra fredda.



- Pezzo della Hinterlandmauer, ancora in piedi nel Mauerpark -


Nel ventennale della data che segnò la fine della Guerra Fredda il 9 Novembre 2009 veniva proclamato "Giornata Mondiale della Libertà"; Obama ricordò le libertà conquistate dal popolo tedesco e le barriere che ancora oggi dividono i popoli: "La cortina di ferro che divideva l'Europa cadde inaugurando una nuova era di libertà e cooperazione" affermava il Presidente americano,"[..] le porte della democrazia si aprirono per milioni di persone che avevano conosciuto solo la tirannia". Nella dichiarazione dove la Casa Bianca sottolineava l'apertura dei mercati economici che scaturì da quella dei confini con l'est Europa si legge anche "[...] le barriere che mettono alla prova il mondo oggi non sono muri di cemento o di acciaio ma quelli fatti di paura, di irresponsabilità e di indifferenza".

In occasione del Giorno della Libertà, vengono annualmente organizzate cerimonie commemorative ufficiali e momenti di approfondimento nelle scuole che illustrino il valore della democrazia e della libertà.

La proposta culturale della nostra Amministrazione offre la visione di un film, The Way Back, su una fuga da un gulag nel 1942, in una mail inviata come "GIORNATA DELLA MEMORIA film" (sic!.)

Sicuramente se il programma culturale fosse andato in discussione nella Commissione Biblioteca, si sarebbe potuto evitare quel duplice errore marchiano, come già gli svarioni storiografici dell’incontro sui Celti di ottobre.

Franca Marchesi, 8 Novembre 2012


Manda un commento all'articolo*

* I commenti non saranno pubblicati sul sito.

Nome

Email

Commento


Condividi con i tuoi amici su Facebook
<-- Torna alla Pagina
Franca Marchesi
8 Novembre 2012
La pagina della Biblioteca sul sito del Comune
I contatti e gli orari della Biblioteca
Wikipedia: Muro di Berlino