Progetto Cassina-Sant'Agata
Abbiamo un futuro in comune
1914 - 1918 Metamorfosi di Guerra
Dal 4 Novembre 2011 al 19 Novembre 2011 - Cooperativa La Speranza
La Cooperativa La Speranza e l'Associazione ArteGrandeGuerra in occasione della Festa Nazionale del 4 Novembre presentano una straordinaria mostra di opere d'arte originali realizzate dai soldati in trincea. Durante l'inaugurazione verra presentato anche il libro "Il sorriso dell'obice", diario di guerra di Walter Giorelli, pittore e soldato.

Presentazione dell'inziativa

La Cooperativa La Speranza e l'associazione ArteGrandeGuerra presentano un’importante raccolta di dipinti, incisioni e disegni realizzati da artisti soldato nel corso della Prima Guerra Mondiale. L’inaugurazione della mostra "1914 - 1918 Metamorfosi di guerra" è fissata per venerdì 4 novembre 2011 alle ore 21 presso la sede della cooperativa La Speranza in via Roma, 81 - Cassina De’ Pecchi (Milano). L’esposizione proseguirà sino al 19 novembre, aperta al pubblico il sabato e la domenica dalle 10 alle 12,30 e dalle 16 alle 18; accessibile alle scolaresche in settimana, previa prenotazione al numero 347 87 16 136. Le scuole possono richiedere una visita guidata. L’ingresso alla mostra è gratuito.

"Questo evento", spiega la curatrice Carol Morganti, "è un’occasione per conoscere una produzione ancora in gran parte ignorata dalla critica. La raffigurazione della Grande Guerra, accadimento avvertito da molti come eminentemente visivo, determinò frequentemente l’adozione di soluzioni la cui pregnanza e novità artistica non è stata ancora adeguatamente indagata. Attraverso le opere d'arte dei soldati ci proponiamo di riflettere sulle trasformazioni che la prima guerra industriale ha prodotto nella mente dei soldati, nella società civile (soffermandoci in particolare sulle donne e sui bambini) e nell’ambiente naturale: passaggio obbligato per capire non solo la Grande Guerra, ma le repentine metamorfosi che, in quegli anni, segnarono l’avvento della modernità".

Un tenace lavoro di recupero ha permesso di riunire un nucleo di circa trecento opere (63 delle quali esposte), realizzate da artisti-soldato su tutti i fronti, sopravvissute alla distruzione e alla dispersione spesso per i casi più fortuiti. Si tratta di immagini potenti e prive di retorica, che nascono nella quotidianità della guerra, ripresa dal punto di vista soggettivo dei militari, in cui trovano espressione una gamma variegata di esperienze e situazioni della vita ordinaria del combattente: momenti fatti di attese, emozioni, difficoltà, disagi, paure, tragedie. Anselmo Bucci, Henry De Groux, André Devambez, Georges Victor Hugo, Leopold Poiré, Théophile-Alexandre Steinlen e tanti altri artisti raccontano la Grande Guerra in presa diretta.

Le riflessioni di una guida d’eccezione faciliteranno la lettura di queste opere, si tratta di Walter Giorelli, un pittore-soldato caduto a Plava nel novembre 1916, la cui vicenda è raccontata nel testo "Il sorriso dell’obice" di Dario Malini, recentemente pubblicato da Mursia editore. Questo "diario di guerra" verrà presentato dall’autore in occasione dell’inaugurazione della mostra, con letture di Carlo Fabiano (giovane, straordinario attore e regista che ha recitato - con Gigi Proietti - ne "La vita è una cosa meravigliosa", in numerose commedie teatrali, quali "Nuts", "Mojo", "Cometa off", e tante altre).

Alla mostra sono legate altre due iniziative: la proiezione del film La Grande Guerra di Monicelli, prevista per sabato 12 novembre alle ore 20.00, presso la sede della Cooperativa La Speranza (via Roma 81, Cassina De’ Pecchi) e un concorso letterario rivolto ai ragazzi delle scuole (un omaggio poetico ad una delle opere esposte).

Informazioni dettagliate su www.artegrandeguerra.net.

Comunicato stampa a cura di Carol Morganti (Ass. ArteGrandeGuerra) e Marino Contardo (La Speranza), 27 Ottobre 2011


Manda un commento all'articolo*

* I commenti non saranno pubblicati sul sito.

Nome

Email

Commento


Condividi con i tuoi amici su Facebook
<-- Torna alla Pagina
Marino Contardo
27 Ottobre 2011