Progetto Cassina-Sant'Agata
Abbiamo un futuro in comune
Cultura? Poca e a senso unico
Programma degli Eventi Culturali Gennaio-Giugno 2011
Dal volantino realizzato dall'Assessorato alla Cultura si evidenzia come le feste nazionali, momenti di celebrazione della storia d'Italia, vengono ignorate dall'offerta culturale di PDL e Lega. In particolare non c'e' niente per celebrare i 150 anni dell'Unita' d'Italia.

Ricevo il programma degli eventi culturali edito dall'Assessorato alla Cultura e rimango allibito per la qualità del programma nel quale si liquidano due ricorrenze quali la Giornata della Memoria e la Festa della Repubblica che si celebrano con due concertini, di cui uno jazz, che non hanno e non possono avere alcuna attinenza con le ricorrenze.

I 150 anni della repubblica vengono liquidati con l'incontro con uno studioso (di cui vi allego il profilo) il 6 Maggio anziché il 17 Marzo data della ricorrenza.

In compenso viene riproposto un film sulle foibe tema già proposto lo sorso anno.

Altre ricorrenze civili come il 25 Aprile, il Primo Maggio e l'8 Marzo sono bellamente ignorate.

Da questo deduco che continua l'opera intrapresa di negazione e cancellazione della storia dell'Italia e degli italiani che hanno vissuto sulla propria pelle le nefandezze e le violenze del potere politico e del padronato, di quegli italiani che lottando hanno saputo riscattare per costruire un Paese laico e democratico.

Occorre ricordare a questa Giunta e all'Assessore alla Cultura che stanno giocando con sentimenti e valori non disponibili e scritti nel nostro cuore e nella Costituzione Italiana, invitandoli in modo forte e perentorio a farsi interpreti anche di questi se vogliono rappresentare tutti come dovrebbero, ma probabilmente non vogliono.

E' necessario che quanti non si sentono adeguatamente rappresentati si organizzino per manifestare il loro disappunto per contrastare una palese scellerata operazione culturale.

Infine, il commento di accompagnamento dell'assessore in ultima pagina autoelogiante e contraddittorio non è supportato da alcun dato ma e' pura mistificazione che confonde quanto organizzato dall'Amministrazione Comunale e quanto da soggetti privati (associazioni, cooperative, ecc.). L'Assessore non deve prendersi meriti che non ha.

Quanto alla grafica stendiamo un velo pietoso.

Mario Pozzoni, 27 Gennaio 2011


Manda un commento all'articolo*

* I commenti non saranno pubblicati sul sito.

Nome

Email

Commento


Condividi con i tuoi amici su Facebook
<-- Torna alla Pagina
Mario Pozzoni
27 Gennaio 2011
Il volantino dell'Assessorato alla Cultura
Chi e' che ci parlera' dell'Unita' d'Italia?